i Verbi


i Verbi Pronominali

ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

Google Play Store Analisi Grammaticale Android gratis

Alcuni verbi non terminano in -are o -ere o -ire, come la maggior parte dei verbi, ma nella loro desinenza sono presenti uno o pi pronomi. Quando presente un solo pronome abbiamo un verbo Pronominale. Ecco alcuni notissimi esempi:

Questi verbi non hanno una forma senza il pronome -si finale: una volta, nella lingua italiana antica o in latino essi esitevano anche, o soltanto, nella forma non pronominale, ma oggi non pi cos

Per altri verbi Pronominali invece esiste ancora una forma non Pronominale, dalla quale il verbo Pronominale deriva. Il significato del nuovo verbo per cambiato, e talvolta anche molto, nell'evoluzione della lingua, e l'aggiunta al lessema originario del suffisso pronominale ne ha mutato in modo sostanziale il significato. Molti di questi verbi sono di conio recente, per esempio, dal verbo sbattere nato sbattersi tramite laggiunta del pronome si, il cui significato quello di impegnarsi in qualche cosa con fatica, molto diverso dal significato originale di sbattere, ovvero di urtare qualcosa.

I verbi Pronominali di questo tipo sono molti e possiamo citare esempi come passarci, cascarci, convenirne e prenderci.

I verbi Pronominali sono generalmente Intransitivi e si coniugano nei modi composti con l'ausiliare Essere se terminano con il pronome -si.

i Verbi Bi-Pronominali

Quando incorporano due particelle pronominali i verbi sono detti Bipronominali. Per esempio, all'infinito la loro forma termina in -cisi, -sene, -gliela o altre coppie di pronomi.

Questi verbi sono generalmente di uso colloquiale o popolare, e anche se hanno un verbo senza pronomi da cui, in generale, derivano o sembrano derivare, hanno un significato molto diverso dalla loro controparte senza i pronomi. I verbi Bipronominali sono pochi, e spesso sono di formazione recente o di nuovo conio.

Non sono da confondere con i verbi in forma Enclitica: i verbi Bipronominali infatti hanno un significato diverso senza i pronomi. Per esempio dammela una forma enclitica, ottenuta dal verbo dare e dai pronomi mi nel ruolo di Complemento di Termine e la nel ruolo di Complemento Oggetto. Il verbo, come si vede, proprio dare, questo il significato che ha, e il significato quello di dai essa a me.

Diverso il caso me la sono data. Infatti, dal verbo dare si derivato il verbo darsela, con laggiunta dei due pronomi si e la: il significato di darsela di comprendere qualche cosa che ci voleva essere tenuto celato, ed assai lontano dal significato del verbo originale dare.

Altri due esempi interessanti sono:

I verbi Bipronominali sono Intransitivi e si coniugano nei modi composti con l'ausiliare Essere.

Mantieni il sito gratuito, segnalalo a Google:
 o ai tuoi amici:
!

è un prodotto accaTí / Archivium -- se avete suggerimenti, domande o proposte di collaborazione scriveteci: archivium.webmaster@gmail.com