ARCHIVIUM
strumenti
per una
educazione
migliore

i Verbi

Modali

i Verbi Modali

I verbi Modali sono verbi che aggiungono il significato di possibilità, volontà, obbligo, necessità o capacità al verbo che segue. I verbi Modali sono seguiti da una forma verbale in un Modo Infinito. I principali verbi Modali in Italiano sono:

Molti verbi possono avere un ruolo modale nella frase, e li si riconosce perché reggono l'infinito, e il soggetto logico dell'infinito è lo stesso del verbo modale.

Abbiamo quindi una forma modale nella frase: so parlare inglese, dove io è sia il soggetto di sapere che di parlare, ma non è modale la forma ascolto parlare un inglese, dove io è il soggetto di ascolto, mentre un inglese è il soggetto del verbo all'infinito parlare: la frase infatti è equivalente a (io) ascolto un inglese parlare, dove i due soggetti si vedono più chiaramente.

I verbi Modali sono Intransitivi e si coniugano nei modi composti sia con l'ausiliare Essere sia con l'ausiliare Avere: prendono infatti l'Ausiliare del verbo che segue.

Si dirà quindi avevo potuto ridere perché il verbo ridere vuole l'ausiliare Avere, mentre sarà corretto ero potuto andare perché il verbo andare vuole l'ausiliare Essere.

le Forme Modali

Ci sono anche situazioni un poco più complesse, determinate dal fatto che con il discorso abbiamo bisogno di descrivere molte sfumature diverse. Infatti, una azione, come abbiamo visto, la posso fare, ma potrei anche soltanto volerla fare, o magari dovrei farla e non ho voglia di farla. Oppure potrei volere sottolineare il fatto che la sto facendo proprio ora: io per esempio sto scrivendo e voi probabilmente state leggendo. Per esprimere queste sfumature possiamo aggiungere al verbo principale un altro verbo che esprime queste caratteristiche, che si chiamano complessivamente la modalità dell'azione. I verbi che aggiungiamo al verbo principale per esprimere queste sfumature si chiamano Verbi Modali o Verbi Servili.

ESEMPIO VERBO PRINCIPALE VERBO MODALE COSA ESPRIME
vado leggendo leggere andare il perdurare della azione
sto leggendo leggere stare il perdurare della azione
vorrei leggere leggere volere il desiderio di eseguire una azione
dovrei leggere leggere dovere la necessità di eseguire una azione
potrei leggere leggere potere la possibilità di eseguire una azione
saprei correre correre sapere la capacità di eseguire una azione

Notate che il Verbo Principale, leggere negli esempi, appare o al Modo Gerundio o al Modo Infinito. Questo permette di riconoscere molto facilmente le Forme Modali. Il Verbo Modale invece viene coniugato regolarmente.

Forme Modali Articolate (di, per)

Abbiamo visto che si possono esprimere Modalità di azione tramite i Verbi Modali (o Servili). Nella loro forma più semplice le modalità si esprimono premettendo un verbo Modale al verbo principale, ma si può esprimere esattamente lo stesso significato utilizzando espressioni grammaticalmente più complesse:

ESEMPIOVERBO MODALEALTRE PAROLEVERBO PRINCIPALECOSA ESPRIME
voglio correrevoglio-correre (Modo=Infinito)il desiderio o la volontà di eseguire una azione
ho voglia di correreaverevoglia dicorrere (Modo=Infinito)anche qui il desiderio o la volontà di eseguire una azione

Abbiamo poi altre modalità oltre a quelle già viste nella nostra trattazione iniziale più semplice:

ESEMPIOVERBO MODALEPREPOSIZIONEVERBO PRINCIPALECOSA ESPRIME
sto per leggerestareperleggerel'imminenza della azione
vado a leggereandarealeggereanche qui l'imminenza della azione

prodotto da Archivium per
La Scuola Digitale

Mantieni questo sito gratuito
segnalalo a Google

oppure clicca mi piace!

© HT Tecnologie Umanistiche